IL SILENZIO DEL RUMORE

Una label, un serbatoio di produzione musicale dal suono industriale, dark e techno. La sua missione è fare pressione sulle valvole uditive, stravolgendo lo spazio, lasciando un solco.  L’etichetta nasce dall’anima di Varvara Festival, festival internazionale che raccoglie artisti portavoce della scena come William Bennett, Sleeparchive, Ancient Methods, Violet Poison, Samuel Kerridge, Mick Wills, Cindytalk, Vatican Shadow.

E’ un elogio a “Il Silenzio del Rumore”, primo brano di “Pollution”, il secondo album di Franco Battiato. Eccone il testo:

Il silenzio del rumore delle valvole a pressione, // i cilindri del calore, serbatoi di produzione…  // Anche il tuo spazio è su misura. // Non hai forza per tentare di cambiare il tuo avvenire // per paura di scoprire libertà che non vuoi avere… // Ti sei mai chiesto quale funzione hai?

Le release usciranno in due versioni: “djs only” e “collectors edition”,
la seconda versione (limitata a 100 copie) sarà composta da un vinile colorato in busta trasparente con un inserto fotografico ed un feticcio proveniente dallo scatto originale. La distribuzione sarà su scala mondiale. Una proposta di genere che non cerca nuovi spazi e definizioni. Una visione apocalittica della musica contemporanea, un “oltre” che oscilla tra vecchio e nuovo altalenando suoni industriali, techno, wave e EBM. Ascoltiamo il Silenzio del Rumore.